X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Barriera "GEO-MDF" anti-debris flow

Barriera 'GEO-MDF' anti-debris flow

Le barriere metalliche deformabili e dotate di elementi di sostegno, progettate e costruite da GEOPROTECTION, sono  atte a contrastare gli effetti dovuti al franamento di masse detritiche miste ad acqua e/o volumi terrosi (debris flow) lungo fronti estesi. Questi fenomeni sviluppano solitamente energie rilevanti, di conseguenza, le barriere impiegate presentano pannelli di rete del tipo ad anelli concatenati, in grado di sopportare le elevate sollecitazioni derivanti dall’impatto sulle struttura di intercettazione.
Le barriere mod. “GEO-MDF” sono utilizzabili per altezze di intercettazione/trattenuta fino a 5 m e aventi uno sviluppo lineare superiore a 15 m.

Tutte le barriere anti-colata detritica fabbricate da GEOPROTECTION sono progettate in accordo alle vigenti normative nazionali ed internazionali e realizzate con materiali di qualità e di primo impiego, conformi alle vigenti normative e sono sommariamente costituite da:

STRUTTURA DI SOSTEGNO, formata da montanti d’acciaio vincolati a terra con piastre di base d’acciaio;

STRUTTURA DI INTERCETTAZIONE E/O CONTENIMENTO, formata da pannelli di rete ad anelli concatenati a 4 o 6 punti di contatto cui è sovrapposta ed accoppiata una rete a maglia esagonale a doppia torsione, per impedire il passaggio delle masse minute;

STRUTTURA DI COLLEGAMENTO, costituita da funi sommitali e di base, da controventi laterali d’inizio e fine tratta, di monte disposti a braccia divaricate e di valle; tutte le funi d’acciaio impiegate hanno formazione a trefoli con anima metallica, di diametro variabile a seconda del modello di barriera;

STRUTTURA DI FONDAZIONE, al di sotto della struttura di sostegno, composta da tirafondi in barra d’acciaio; per la struttura di collegamento e di intercettazione, realizzata con ancoraggi passivi, flessibili, metallici di idonee sezione e lunghezza.
Pur essendo molto simili alle barriere impiegate contro la caduta massi, questa tipologia di strutture è studiata per intercettare e trattenere i volumi detritici eventualmente misti ad acqua e materiali terrosi, prima che vi sia l'interessamento della struttura di sostegno; da ciò discende la necessità di prevedere ed installare la struttura di intercettazione e/o contenimento a monte dell'allineamento dei montanti della barriera.

Richiedi informazioni

invia
© 2015 Geoprotection S.r.l., P.IVA, C. Fisc. e Nr. Iscr. Reg. delle Imprese di Udine 00426770145
N. REA UD­ 259805 ­ Cap. Soc. i.v. 10.400,00 € ­ PEC info@pec.geoprotection.com
| Cookie Policy | Privacy Policy
Made in Web Industry